Ovulazione: Come Sapere con Certezza quando sei Fertile

Inviato da:

Uno dei punti chiave della fertilità è proprio l’ovulazione. Intorno all’ovulazione routano sempre mille domande e dubbi: quando si verifica? Come posso calcolare con esattezza questo periodo? Come posso sfruttarla a meglio? In questa serie di articoli cercheremo di approfondire insieme questo tema, di capire ogni particolare di questo periodo e di come possa influenzare le tue possibilità di rimanere incinta.Gravidanza Miracolosa

Che cos’è l’ovulazione?

L’ovulazione è quel momento in cui l’ovulo (e, a volte, più di un ovulo) viene rilasciato dall’ovaio, facendo così diventare fertile questo periodo del ciclo mestruale. Se volessimo approfondire un attimo l’argomento, diremmo che, ogni mese, un ovulo matura all’interno dell’ovaio e, una volta raggiunta una certa dimensione, viene rilasciato e incanalato nelle tube di Falloppio verso l’utero.

Per far sì che questo ovulo venga fecondato è ovviamente necessario avere rapporti durante il periodo che copre i due o tre giorni prima dell’ovulazione e il giorno successivo. Il motivo? Gli spermatozoi riescono a restare in vita per due o tre giorni, ma l’ovulo sopravvive solamente per 24 ore dopo l’ovulazione.

Per aumentare le tue possibilità di rimanere incinta, devi avere rapporti nei pressi dell’ovulazione. Detta così sembra molto semplice…ma, dato che il corpo umano è tutt’altro che semplice, devi prestare molta attenzione ad ogni minimo segnale del tuo corpo. Per cercare di migliorare le tue possibilità di rimanere incinta, devi imparare a individuare esattamente il periodo di ovulazione e a familiarizzare con il ciclo, con i cambiamenti ormonali e fisici del tuo corpo.

Come puoi capire quando sei in ovulazione?

Per capire quando ha inizia il tuo periodo di ovulazione devi imparare a fare un “conto” del tuo ciclo: in poche parole, devi contare dai 12 ai 16 giorni dall’inizio del tuo ciclo. Per le donne con un ciclo di 28 giorni, il 14° giorno è spesso il giorno in cui si verifica l’ovulazione. Ovviamente, devi sapere la durata del tuo ciclo e, se la matematica non è il tuo forte, puoi provare con un kit che serve proprio per calcolare l’ovulazione (lo trovi in ogni farmacia).

Il modo migliore per individuare il tuo periodo fertile resta comunque quello di prestare attenzione al tuo corpo e imparare a riconoscere i vari segnali che ti avvisano del suo arrivo imminente.

1)    Variazione del muco cervicale – nel momento in cui il tuo ciclo progredisce, aumenta anche il muco cervicale, cambiando la sua consistenza (a causa dell’aumento degli estrogeni nel tuo corpo). Il muco diventa chiaro, scivoloso ed elastico. Il muco ha solitamente una funzione protettiva, ma durante il periodo fertile, permette il passaggio degli spermatozoi attraverso la cervice, che raggiungeranno il tuo ovulo.

Continua a leggere →

0

Avere un Figlio a 40 Anni: 6 Segreti per Liberarsi delle Paure

Inviato da:

Gravidanza Miracolosa

 

Ecco l’intervista alla Dottoressa Julie Bindeman, psicologa specializzata nei cosiddetti periodi di transizione, come il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, dalla fertilità alla menopausa, dalla vita da single alla costruzione di una famiglia.

La Dottoressa Bindeman è una rinomata psicologa che affronta anche le problematiche inerenti alla riproduzione ed è anche co-direttore dell’Integrative Terapy of Greater Washington, una famosa pratica che offre terapia individuale, terapia di gruppo, consulenza per coppie e valutazioni psico-educativo e neuro-psicologiche per bambini, adolescenti e adulti.

Stai cercando di avere figlio anche se hai sorpassato il traguardo dei 40 anni? Sicuramente avrai ottenuto sguardi poco rassicuranti e commenti scoraggianti ogni volta che hai espresso questo tuo desiderio…

Abbiamo chiesto alla Dottoressa Bindeman cosa si deve fare per scacciare una volta per tutte i dubbi, le perplessità e le paure riguardo questo delicato argomento.

Qui di seguito riportiamo i 6 segreti che devi assolutamente sapere per affrontare in serenità il tuo viaggio vero la maternità over 40!

1- CONOSCI IL TUO PERCHE’

Avere una risposta sicura e certa alla domanda “Perché vuoi provarci ancora, nonostante la tua età?” è il primo passo, quello alla base di tutto il percorso. Per molte donne la maternità non è solo un capriccio, una voglia da soddisfare per mettersi alla prova, ma è il motore che da la spinta giusta all’intera vita. Avere ben chiaro in mente il tuo “perché” è ciò che ti serve per rafforzare la tua determinazione.

2-CONOSCI IL TUO “PUBBLICO”

Chi c’è accanto a te a sostenerti e a tenerti per mano in questo viaggio? I tuoi amici e conoscenti? Il tuo compagno o marito? La tua famiglia? Bene, chiunque ci sia cerca di parlare con loro, di aprire il tuo cuore e di vederli frequentemente. Cercare di filtrare il numero di persone che fa parte della tua vita, non ti è di nessun aiuto. I tuoi amici non devono necessariamente essere d’accordo con la tua scelta, ma devono sapere che questo è ciò che ti rende felice e devono sostenerti.

3-SCOPRI E SPERIMENTA I METODI E LE TECNICHE PER Continua a leggere →

0

Si può Avere un Figlio a 40 Anni in modo naturale?

Inviato da:

avere un figlio a 40 anni

E’ possibile avere un figlio a 40 anni in modo del tutto naturale, senza ricorrere a interventi invasivi e a farmaci pieni di effetti collaterali?

Secondo la naturopata di Seattle Priscilla Natanson, lo stress  è il nemico numero 1 delle donne che stanno cercando di avere un figlio a 40 anni in modo del tutto naturale.

La dottoressa afferma: “ La maggior parte delle donne che ho conosciuto che stanno cercando di avere un figlio a 40 anni, o che ci sono molto vicine, hanno problemi a concepire. Perché? Tutti potrebbero pensare che sono troppo oltre con l’età, ma in realtà, il loro grande nemico è lo stress! Se queste donne sono rilassate, tranquille, senza ansie avranno sicuramente meno problemi, lo posso dire per esperienza personale!” afferma la dottoressa Natanson, diventata madre a 40 anni.

Ironia della sorte, le donne 40enni sono sottoposte costantemente a un grande stress e a numerose ansie, proprio perché il concepimento tarda ad arrivare. Il ticchettio dell’orologio biologico è il ricordo costante che il tempo inesorabilmente sta passando.

Se anche tu stai cercando di avere un figlio a 40 anni, ma ancora non ci sei riuscita, ecco i nostri consigli su cosa puoi fare per sentirti più positiva, per tranquillizzarti e, di conseguenza, per favorire le tue probabilità di rimanere incinta.

Priscilla Natanson , medico naturopata , mamma a 40 anni consiglia:

1. Mantieniti in buona salute – stabilisci una base sana su cui far partire la tua gravidanza, e non mi riferisco solamente all’alimentazione o all’esercizio fisico, ma anche all’equilibrio ormonale, all’assunzione dei giusti integratori alimentari, come l’omega 3, l’acido folico, la vitamina D e i probiotici, tutti elementi necessari per riuscire a concepire e per avere un figlio a 40 anni.

2. Fai un controllo delle tue allergie alimentari – Fai un check per le allergie alimentari e per le intolleranze; se stai incontrando delle difficoltà con il concepimento, può essere possibile che vi sia una particolare sensibilità alimentare che sta condizionando il tuo organismo in modo negativo.

3. Rilassati, rilassati e rilassati! – Utilizza l’agopuntura Continua a leggere →

0

5 Consigli Pratici per Aumentare la Fertilità

Inviato da:

SCOPRI I 5 METODI ESSENZIALI PER AUMENTARE LA FERTILITÀ DOPO I 40 ANNI IN MODO DEL TUTTO NATURALE aumentare la fertilità

Parla la Dottoressa Naturopata Dr. Ayla Wilson

Per le donne che hanno già superato i 40 anni, concepire può diventare una vera e propria lotta. Molte donne si rivolgono immediatamente alla somministrazione di ormoni sintetici o alla fecondazione in vitro: questi trattamenti sono estremamente costosi, invasivi e hanno tantissimi “effetti collaterali”, a volte anche molto spiacevoli.

Esistono molti metodi del tutto naturali per aumentare la fertilità e ora parleremo di 5 di essi.

1. Esegui un test per il funzionamento corretto della tiroide almeno una volta all’anno

Le donne hanno una probabilità 5 volte maggiore rispetto agli uomini di soffrire di una disfunzione della tiroide; un aumento dell’ormone TSH (ormone stimolante della tiroide) può indicare la presenza di ipotiroidismo (insufficiente produzione di ormone tiroideo). Il tuo livello di TSH dovrebbe essere 0.8 / 2. Se il livello di questo ormone supera i 2.5 può causare infertilità, stanchezza, aumento di peso e anche depressione post-partum. L’ipotiroidismo può essere trattato naturalmente attraverso la somministrazione di erbe, vitamine e minerali, e con l’agopuntura. Risolvi questo problema di tiroide per aumentare la fertilità.

2. Cerca di mantenere sotto controllo il tuo peso

Per le donne oltre i 40 anni, un indice di massa corporea elevato (superiore a 25) può ridurre le probabilità di concepire e aumentare il rischio di complicazioni nella gravidanza, come il diabete gestazionale, l’ipertensione e i coaguli di sangue. L’accumulo di massa grassa in eccesso può provocare l’aumento della produzione di estrogeni in modo molto elevato, che causa, di conseguenza, squilibri ormonali e infertilità. Continua a leggere →

0

Lo stress ti rende infertile?

Inviato da:

 Lo stress può avere un effetto sulla tua fertilità?

Che tu ci creda o no, il tuo corpo “inibisce” il concepimento durante i periodi di stress estremo.
Durante questi periodi intensi viene rilasciato un ormone, l’adrenalina, che segnala all’organismo che le condizioni del momento non sono ideali per il concepimento.
L’adrenalina impedisce l’utilizzo del progesterone, che è essenziale per la fertilità. Causa anche il rilascio di una grande quantità di prolattina, che spesso è parte della causa dell’infertilità.
Una recente ricerca ci dice che lo stress aumenta i livelli di ormoni  come il cortisolo, che inibisce la produzione dei principali ormoni sessuali e incide negativamente sull’ovulazione, l’attività sessuale e anche sul numero degli spermatozoi.

Lo stress cronico può causare la mancanza di libido e una diminuzione della fertilità generale: questo è diventato un problema talmente comune che è stato persino creato un nome per l’infertilità indotta dallo stress.

Una gravidanza durante i periodi di stress metterebbe a serio rischio la salute del feto. Il corpo ne è consapevole ed è proprio per questo che crea un ambiente inospitale per il concepimento.

Ecco come ridurre lo stress e migliorare la tua fertilità Continua a leggere →

0

[Intervista con l’esperta] – Ecco i segreti dell’agopuntura…

Inviato da:

Abbiamo già parlato dell’agopuntura, dei suoi straordinari effetti sull’organismo e di quanto sia efficace per risolvere innumerevoli

Ora voglio mostrati una recente intervista molto interessante fatta all’esperta di agopuntura Alicia De Martin Mires. problemi.
Se ancora non hai letto nulla sull’argomento, dai un’occhiata a questo articolo.

 

Eccola qui…

 

L’agopuntura può veramente migliorare la fertilità? 

Alicia: Assolutamente si. L’agopuntura migliora la circolazione del sangue nella zona pelvica, rilassa la cervice e l’utero, regola il ciclo mestruale e può anche sciogliere i fibromi di piccole dimensioni, in combinazione con una terapia a base di erbe. L’agopuntura è utile anche per regolare i livelli di progesterone particolarmente basso, così come nel trattamento della sindrome dell’ovaio policistico. L’agopuntura è ottima anche a curare lo stress e l’ansia, che spesso accompagnano una diagnosi di infertilità.

Se una donna decide di sottoporsi ad un trattamento medico, l’agopuntura può essere consigliata in aggiunta o potrebbe essere dannosa?  

Alicia: Non è assolutamente dannosa, anzi! Io consiglierei sempre un trattamento di agopuntura quando si verifica una condizione d’infertilità, sia come accompagnamento al trattamento medico che come unica cura. E’ stato clinicamente dimostrato che L’agopuntura ha aumentato il tasso di successo della fecondazione in vitro del 40-60%!

Qual’è la miglior candidata per l’agopuntura contro l’infertilità? 

Alicia: Ho lavorato con successo con le pazienti a cui era stato diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico, un basso afflusso di sangue nella zona pelvica, tube di Falloppio ostruite e Continua a leggere →

0

[ricerca scientifica] – Nella mente della donna infertile.

Inviato da:

La dottoressa americana Pamela Madsen, esperta di fertilità, dice: “Ho visto innumerevoli donne assumersi tutte le responsabilità (e le colpe) del mancato concepimento, in oltre 20 anni di lavoro nel mio ruolo di fondatrice e presidente di The Fertility Association e, negli ultimi anni, anche nelle sedute private che tengo come consulente per la fertilità. Ricordo anche la mia esperienza personale, quando stavo cercando di concepire i miei figli. Ho cercato di portare il peso di ogni cosa sulle mie spalle. Non ero diversa dalle migliaia di donne con cui ho parlato in tutti questi anni”.

Per molte donne, la decisione di rimanere incinta può diventare una priorità assoluta, ciò che da un significato alla loro intera vita. Questa idea è stata confermata dai risultati di una nuova indagine condotta dal dipartimento di psicologia dell’università di New York.

Il 42% delle donne prese in esame ha dichiarato che la ricerca di una gravidanza era diventata una vera e propria ossessione, prima di riuscire a concepire. Tuttavia, solo il 10% ha dichiarato che il proprio partner provasse la stessa sensazione, la stessa “ossessione”.

Circa 7 milioni di coppie in tutto il mondo incontrano dei problemi quando cercano di concepire e circa il 50% di questi problemi d’infertilità sono direttamente attribuibili al partner maschile (principalmente dovuti al basso numero di spermatozoi), secondo Giovanni C. Herr, Ph.D., direttore del centro di ricerca in salute contraccettiva e riproduttiva dell’Università della Virginia.

Eppure, in genere, le donne sono le prime che cercano di intervenire quando il concepimento tarda ad arrivare, spesso sottoponendosi a un’ampia gamma di test e trattamenti, a volte invasivi e generalmente molto costosi. Secondo l’indagine di cui abbiamo parlato prima, analizzare il numero di spermatozoi è considerato, dagli specialisti della fertilità, un primo passo fondamentale: tuttavia, meno di un quinto degli uomini (17%) decide fare il test per il loro numero di spermatozoi.

E solo il 23% delle donne intervistate nel sondaggio (attualmente in stato di gravidanza o che hanno concepito un bambino da poco) ha detto il loro partner ha fatto di tutto per sconfiggere l’infertilità, prima di iniziare con i tentativi.

La maggior parte delle donne pensa che “il peso del non concepimento” debba gravare tutto sulle proprie spalle: molte si assumono tutta la responsabilità dell’eventuale tentativo perso, e questo non fa altro che aumentare la paura di non riuscire mai ad avere un bambino e le tensioni fra la coppia, in sostanza rende il tentativo di concepimento una vera ossessione e un disagio per la vita in generale.

Una parte di queste paure, deriva dal fatto che moltissime donne (dati validati attraverso l’indagine di cui abbiamo parlato) temono che il loro partner le lascerà se non riusciranno a rimanere incinta. In qualche modo, scatta qualcosa nella mente di queste donne e danno per scontato il fatto che rimanere incinta sia una Continua a leggere →

0